Akira riflette sui profondi significati della maggioranza dei commentatori del web.

Rifletto da mesi… e non ho tratto nessuna conclusione.

C’era una volta lo Scemo del villaggio, che la mattina andava a fare la pipì nel pozzo della piazza centrale e… veniva deriso e preso a sassate! La gente quell’acqua la beveva…

Oggi c’è Internet; il villaggio globale, dove tutti gli Scemi di tutti i villaggi si uniscono per pisciare dentro alle informazioni che la gente beve quotidianamente, la notizia ben peggiore è che le pietre non bastano più.

Lo Scemo è munito di dita sceme, tutte di serie, con le quali scrive fiumi di stronzate esprimendo la propria scemaggine, ricevendo poi pure il supporto di altri Scemi, (perché sono solidali!)
Non serve che sappian scrivere!
Si rendono comprensibili digitando tasti a caso in lingue sconosciute!

Insomma, anche le notizie più interessanti vengono inzuppate di piscio.

Un giorno mia madre tornerà e vi userà come carta igienica e libererà i vostri poveri computers.

La cosa fantastica è che alla fine, a nessuno interessa l’altrui opinione se non per alzare le SEO.

Ramen

-Akira-

(Grazie Martur per condividere con me momenti di  sfogo ed opinioni inutili)

image

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s