Feedback; RIMINICOMIX 2015 da… presentatrice again!

Edizione delux!

Il Riminicomix si è espanso!!!
La logistica è stata tanto diversa e ha comportato più o meno molti disagi ma anche molte novità assolutamente positive.
Ad esempio, l’incremento del numero di standisti ha fatto ampliare  l’area dedicata al merchandising, con prezzi davvero interessanti!
Anche l’area food  è stata ampliata e resa molto comoda. (Zakura Food forevah!)
Ora parto con quello che non mi è piaciuto, e che ha causato dei disagi:
La scomodità arriva all’area intrattenimento, collocata un po fuori mano, dove il rumore fatto dal palco non ha avuto modo di richiamare a se i cosplayer per i contest, per i giochi etc…
Bello ma pure scomodo il tendone per far ombra, se fosse stato montato a norma, con ben segnalate le zone pericolose e con gli apici a cono aperti per far uscire il caldo, (cosa che non è stata fatta nemmeno per gli stand…) sarebbe stato al 100% un’ottima trovata. Pugrtroppo li apici eran chiusi…quindi tanta ma tanta sauna, che per chi ci ha lavorato giorno è notte è stata devastante.
Si era parlato dell’inserimento delle pale ai soffitti per far smuovere l’aria calda, ma, super sorpresa, non c’erano.
Non si sa bene perché ma, come le pale, non c’è stato nemmeno lo sponsor dell’acqua gratuita… e lo si è saputo solo il giorno prima dell’apertura della convention. I BHC hanno fatto i salti mortali per dare questo “servizio” ai cosplayers (e non solo, ovvio) solamente durante la giornata di sabato; ed è stato già questo un miracolo, dimostra un’organizzazione e una prontezza ad affrontare imprevisti davvero incredibile.
Qui parte il punto forse più doloso:
Perso lo sponsor “acqua gratis” l’organizzazione del Riminicomix almeno l’acqua per chi lavorava nelle tensostrutture poteva calcolarla nel budget dell’evento, visto il “disservizio” dell’ultimo minuto comunicato in ultra ritardo.
Precisiamo che l’acqua è gratis per i partecipanti alla manifestazione, non per chi ingaggia, che comunque deve dare qualcosa in cambio allo sponsor; pubblicità, cosa non da poco per un evento simile.
Duqnue, millecinquecento gradi al chiuso per standisti, operatori di area, security e staff animazione, senza possibilità di avere dell’acqua senza doversi allontanare per un bel pò dalla postazione.
Idem è accaduto con i buoni pasto misteriosamente dimenticati per lo staff animazione.
Eravamo in 10 circa, tra regia ed operativi palco. E’ grave dimenticarsi di dar cibo a dieci persone che erano contate fino a prova contraria come parte attiva della manifestazione.
Senza i BHC, il cosplay al Riminicomix non sarebbe, dopo undici anni, quel che è oggi.
Li si può odiare, amare, ma su una cosa non ci piove; portano i cosplayer perché sono efficaci e professionali.
E’ tanto grave dimenticarsi il cibo a chi, per tanti anni c’è stato: a gratis.
Almeno i rimborsi DEVONO esserci. E qui cito Ravera, “Non fatevi sfruttare”.
Son cose che mi fan girar le palle, e ci vado giù pesante, perché c’è chi si prende troppi meriti quando non porta nemmeno rispetto per il lavoro degli altri, che per il primo anno, dopo 11 , è retribuito, anche se solo in minima parte… queste mancanze: acqua, cibo, un minimo di agio (come il non dover usare wc chimici per 4 giorni), la tranquillità di aver un luogo dove alloggiare (che anche li ci son stati problemi) sono il minimo e d’obbligo.
Ammetto che per la prima volta mi devo trattenere nel non scrivere le negatività vissute come parte di uno staff operativo nella convention, ce ne sono davvero tante, troppe, poi parte il “ci infami” no; sono realista, son cose successe, giusto?
Come il mio rimborso treno arrivato con un anno di ritardo; 80€.
Purtroppo, anche questo è stato per me il Riminicomix, e va detto.
Dico ancora questo: se le cose non cambiano io il prossimo anno, così tanta fatica, per ricevere un trattamento d’indifferenza e di mancanza di rispetto simile, non solo nei miei confronti ma per chi si è fatto il mazzo tanto per giorni e mesi di preparazione, per rispetto di tutto ciò e per coerenza, non sarò presente a questo evento, per quanto poco possa contare.
Questa è la mia opinione a proposito di questa convention.
Sono contraria a chi si approfitta del lavoro altrui, della visibilità altrui, dell’impegno altrui, con la sfrontatezza di prendersene i meriti.
Perchè sul palco i ringraziamenti e saluti fatti non son stati minimamente nei confronti dei BHC, nemmeno della regia li presente quattro cavolo di giorni e nemmeno di chi ha partecipato e reso tale questo evento; i cosplayer.
Fortuna vuole che la professionalità di chi ha dovuto lavorare in condizioni estreme abbia reso il tutto splendido agli occhi di chi ha frequentato la convention, nei limiti del possibile, i miracoli si fanno ancora a stento nel 2015.
Son davvero stufa di far i comodi altrui, da ora in poi si puntano i piedi per avere un minimo di rispetto, a costo di passare per antipatica, stronza e cattiva,  ma non sono il tipo di persona che si fa mettere i piedi in testa da nessuno.
Come se non bastasse dall’area regia son stati notati diversi furti, il primo il mio Godzilla di gomma, che da 15 anni desideravo, a soldi, e molto altro, tra cui spruzzini, il bastone per le selfie di Ryoko e dei soldi…io se becco chi è gli strappo a mani nude le braccia.

Per il resto la convention l’ho vissuta bene, molte ore di palco, tanti costumi, i più ignudi possibili, ma i 40 gradi e il 72% di umidità consentivano solo ciò, al mio fisico amante del freddo.

Ho incontrato un sacco di amici, e questo mi ha davvero fatto piacere, perchè le voci “Aki non è minimamente seguita, non se la fila nessuno, guarda la sua pagina FB” vengono sempre smentite ad ogni convention in cui, senza esagerare, centinaia di cosplayer, fotografi ed amici mi vengono a salutare, a far complimenti, e chiedermi consigli o semplicemente a fare “raaawr”.
Mi riempie di soddisfazione questo! Sapere che il proprio lavoro è tanto apprezzato è davvero gratificante e mi da la forza di migliorarmi.
Grazie a tutti quelli che si son fermati a scambiare anche solo 5 secondi di “umanità”.

11741206_10152907644197312_2364363140656638535_o
Ecco un gruppo di cosplayer triestini, più la slovena Naru-chan.

I miei costumi si son demoliti per il caldo, riempiti di sabbia, e gli indumenti usati per Harley Quinn puzzano di pesce.
Non farò mai più il bagno sulla spiaggia di Rimini; in quell’acqua ho trovato di tutto, tranne che acqua di mare e qualche banconota BLEAH!

I miei costumi sono stati questi:
Giovedì: Daedric Armor Sexy Mod da Skyrim
Venerdì: Harley Quinn con vestiti accaso
Sabato: Lola Bunny disegnata da Sakimi-chan (il link a Lola Bunny è un video in cui gli Onibaku mi cantano una canzone.. no non voto lo psiconano!)
Domenica: Elsa da Frozen in versione spiaggia

Ho avuto anche la fortuna di far cosplay con Kalenji, che ha portato un bellissimo Bugs Bunny!

Delle tante ore di placo spezzettate nella giornata posso dire che:
I cosplay contest son stati bellissimi, pieni di costumi splendidi ed anche di fantasiose esibizioni! (Mi è fuggito Doc…)
Ho guardato con emozione il concerto delle Honey Hime!!! Sono delle idol magnifiche! Presto saranno famosissime ed io mi vanterò di averle viste agli albori e migliorare di volta in volta in modo esponenziale!!!!!
Grazie ad Andrea Barbieri (a cui va la mia stima per aver indossato Beetlejuice con il caldo) ho fatto da Harley Round Girl per una sfida tra disegnatori, davvero carina, ed ho conosciuto i Raggi Fotonici. E ho assistito ad una bellissima dimostrazione di amicizia anche tra la “concorrenza” di due enti organizzative BHC e Cartoonvillage.

Presentare un contest dedicato a Marvel e Dc vestita da Harley non ha prezzo:

Ph. Andrea Doz
Ph. Andrea Doz

Non ho assistito al concerto di Cristina, ma, sarò di parte, una che ha un repertorio di millemila canzoni e su 10 che ha in sclatella ne canta 4 di Giorgio Vanni… insomma… avete capito… nulla di speciale. E’ un’icona, certo, ma personalmente, mi ha stufato. Penso che Giorgia Cosplay canti meglio, e non è una cantante. (La muisca, come arte, è la più trasparente su quello che si vuole trasmette.)

Alla domenica non sono salita sul palco a presentare, per risolvere un inconveniente la mia presenza è stata spostata in regia, dove bella e comoda su uno sgabellino ho presentato come “speaker” mentre Ryoko e Mr.Stab facevano accomodare i partecipanti del contest in procinto della propria esibizione.

Ho visto tanti bei gruppi, splendidi singoli ma sopratutto persone con la voglia di divertirsi.

Ho fatto un sacco di bellissime foto sulla spiaggia con Stefano Zanola! (ByZa)

Non ho risolto il mio dubbio su come i cosplayer possano farsi il bagno nella fontana dove di notte ci piscian i barboni. (Visti)

Ho nebulizzato con lo spruzzino un numero non ben definito di cosplayer e persone.

Ho avuto una compagna di stanza splendida: Mei Houseki.

Mumble… sono ancora fusa per il caldo ma se mi viene in mente altro lo scriverò!!!! 😛
Diciamo che in generale, ho detto tutto.

Prossima convention e forse ultima in Europa; Animé Event ad Izola, Slovenija, 16 Agosto.

Bona vida

-AKI

Advertisements

One thought on “Feedback; RIMINICOMIX 2015 da… presentatrice again!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s